Cile, opposizione diserta colloqui con Pinera per fermare rivolte -2-

Bea

Roma, 23 ott. (askanews) - I membri della coalizione di Pinera e un qualche esponente dell'opposizione che hanno partecipato ai colloqui hanno detto ai giornalisti di aver fatto pressione per riforme rapide e radicali per rispondere ai disordini e ridurre le disuguaglianze economiche.

"Il presidente deve ascoltare ciò che la gente chiede, che è un profondo cambiamento sociale. Deve ascoltare il popolo, non solo i partiti politici", ha dichiarato l'ex ministro degli Esteri Heraldo Munoz, capo del Partito Democratico di centro sinistra (PPD).

Alcuni politici e manifestanti hanno puntato il dito su una registrazione audio trapelata della first lady Cecilia Morel come prova della distanza tra Pinera, businessman miliardario che ha introdotto le carte di credito in Cile negli anni '80, e i comuni cittadini. "Siamo stati invasi, è come un'invasione aliena", dice Morel nell'audio, che è stato confermato dalle autorità. "Dovremo rinunciare a parte dei nostri privilegi e condividerli con altri".(Segue)