Cile, presidente condanna per la prima volta violenze polizia

Dmo

Roma, 18 nov. (askanews) - Il presidente del Cile Sebastian Pinera ha condannato per la prima volta dall'inizio delle contestazioni le violenze delle forze dell'ordine, il "ricorso eccessivo alla forza, gli abusi o i delitti commessi e il mancato rispetto dei diritti".

Dal 18 ottobre sono stati registrati 22 morti e 2.000 feriti. Il presidente cileno ha garantito che non ci sarà "impunità" per i responsabili e "faremo il possibile per aiutare le vittime".