Cile, presidente riunisce leader partiti di governo e opposizione -2-

Coa

Roma, 22 ott. (askanews) - Le proteste sono iniziate venerdì con l'obiettivo di manifestare un profondo dissenso nei confronti dell'aumento - da 800 a 830 pesos (circa 1,04 euro) - del prezzo dei biglietti della metropolitana a Santiago, la più grande rete (140 km) del Sudamerica, capace di trasportare oltre tre milioni di passeggeri. E nonostante il presidente Piñera abbia sospeso il provvedimento nella giornata di sabato, le proteste e la violenza sono continuate, alimentate dalla rabbia per le condizioni socioeconomiche e le disuguaglianze nel Paese, dove l'accesso alla Sanità e all'Istruzione è quasi interamente affidato al settore privato. Almeno sette persone sono morte e diverse centinaia sono state arrestate durante le proteste.