Cina allenta alcune norme contro Covid-19, riduce periodo quarantena

Un uomo sottoposto a un test per il Covid-19 a Pechino

PECHINO (Reuters) - La Cina ha allentato alcune delle norme draconiane legate al Covid-19, riducendo di due giorni il periodo di quarantena per i contatti stretti di persone infette e per i viaggiatori in arrivo nel Paese, ed eliminando una sanzione per le compagnie aeree responsabili del trasporto di troppi casi.

L'alleggerimento delle regole, implementato un giorno dopo che il nuovo Comitato permanente del Politburo cinese ha discusso la situazione sanitaria durante una riunione presieduta dal presidente Xi Jinping, ha spinto i mercati, con l'indice di riferimento di Shanghai CSI 300 in rialzo del 3%, e lo yuan salito sui massimi di un mese.

In base alle nuove regole, i tempi di quarantena centralizzata per i contatti stretti e i viaggiatori provenienti dall'estero sono stati ridotti da sette a cinque giorni. Rimane il requisito di altri tre giorni di isolamento domestico dopo la quarantena centralizzata.

La Cina smetterà anche di cercare di identificare i contatti "secondari" - grande fastidio per i residenti delle città che si ritrovano coinvolti in una ricerca a tappeto dei contatti quando viene individuato un caso - anche se continuerà a identificare i contatti stretti.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Claudia Cristoferi)