Cina ammette "carenze" nella risposta al coronavirus -3-

Ihr

Roma, 4 feb. (askanews) - La gestione iniziale dell'epidemia da parte del governo è stata ampiamente criticata.

I funzionari sono stati accusati di aver minimizzato la gravità del virus all'inizio dell'epidemia e, in alcuni casi, hanno tentato di mantenere segrete le notizie.

Un medico di Wuhan che ha tentato di mettere in guardia i suoi colleghi sull'epidemia alla fine dell'anno scorso è stato accusato di "aver fatto commenti falsi" e gli è stato detto dalla polizia di fermare "l'attività illegale".

Solo più tardi a gennaio il governo ha ordinato il blocco virtuale della provincia di Hubei, dove si ritiene che il virus abbia avuto origine.