Cina annuncia nuove esercitazioni militari intorno a Taiwan

Aerei dell'Esercito Popolare di Liberazione cinese sopra l'isola di Pingtan

TAIPEI (Reuters) - L'esercito cinese ha annunciato oggi nuove esercitazioni militari nel mare e nello spazio aereo intorno a Taiwan.

Ieri era prevista la fine delle più grandi esercitazioni di sempre mai tenute dalle forze armate di Pechino, organizzate per protestare contro la visita a Taipei della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi.

Il Comando del Teatro Orientale dell'esercito cinese ha reso noto che avrebbe condotto esercitazioni aeree e navali incentrate su operazioni antisommergibile e di assalto marittimo, confermando i timori di chi temeva che Pechino volesse continuare a tenere alta la pressione sulle difese di Taiwan.

Il ministero degli Esteri di Taiwan ha condannato la decisione, affermando che la Cina sta deliberatamente provocando una crisi, e ha chiesto a Pechino di fermare le azioni militari e di "ritirarsi dall'orlo del precipizio".

"Di fronte alle intimidazioni militari della Cina, Taiwan non avrà paura e non si tirerà indietro, e difenderà con più fermezza la sua sovranità, la sua sicurezza nazionale e il suo stile di vita libero e democratico", ha affermato il ministero in un comunicato.

La visita di Pelosi a Taiwan la scorsa settimana ha fatto infuriare la Cina, che afferma da sempre la propria sovranità sull'isola e ha risposto con test di lancio di missili balistici su Taipei.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Claudia Cristoferi)