Cina, antitrust multa per 456 mln euro gigante tech Meituan

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 ott. (askanews) - L'Amministrazione statale cinese per la regolazione del mercato (SAMR) ha annunciato oggi di aver comminato una multa da 3,4 miliardi di yuan (456 milioni di euro) per abuso della posizione al gigante del delivery di alimenti Meituan.

Dopo cinque anni di indagini antitrust, l'autorità cinese ha giudicato illecita alcune pratiche commerciali dell'operatore tech e ha quantificato la sanzione nel 3 per cento del totale delle entrate interne di Meituan, che lo scorso anno sono state pari a 114,7 miliardi di yuan (15,3 miliardi di euro).

La sanzione è, in realtà, inferiore a quanto previsto da alcuni media internazionali, a partire dal Wall Street Journal, che ad agosto aveva previsto una multa vicino al miliardo di euro.

Rispetto alla precedente multa che l'antitrust cinese ha comminato ad Alibaba: il 4 per cento delle sue entrate 2019, pari a 18,2 miliardi di yuan (2,44 miliardi di euro), che peraltro è in competizione con Meituan attraverso il suo servizio Ele.me.

La SAMR ha anche ordinato a Meituan di restituire una serie di depositi pagati dai venditori per un totale di 1,29 miliardi di yuan (173 milioni di euro).

Meituan, dal canto suo, ha detto di accettare la multa "con sincerità e con la determinazione di rispettare la decisione in tutti i suoi termini".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli