Cina apre supertelescopio Fast a utilizzo da parte di stranieri

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 gen. (askanews) - La Cina apre alla possibilità che anche ricercatori stranieri possano utilizzare Fast, il più grande radiotelescopio al mondo, per i loro progetti, tra i quali la ricerca della vita extraterrestre. Lo riferisce oggi il South China Morning Post.

Gli Osservatori astronomici nazionale di Pechino hanno annunciato che accetteranno a partire dal primo aprile proposte di progetti che utilizzino il telescopio che si trova nella regione sudoccidentale di Guizhou e che ha un diametro di 500 metri.

I progetti stranieri prescelti potranno accedere alla struttura entro il mese d'agosto. "Quest'anno allocheremo circa il 10 per cento del tempo d'osservazione totale in richieste all'estero", ha spiegato il capo ingegnere della struttura Jiang Peng all'agenzia di stampa Xinhua.

Fast è al momento il telescopio più grande del mondo e l'unico supertelescopio di queste dimensioni, dopo che il telescopio di Arecibo, a Portorico, è crollato alla fine dello scorso anno sferzato dagli uragani.

Il radiotelescopio cinese è stato già pntato verso alcuni esopianeti fuori dal sistema solare, che potrebbero ospitare la vita, ha spiegato Li Di, uno degli scienziati che lavorano presso la struttura.