Cina, Biden rafforza sanzioni Trump: allargata blacklist aziende

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 giu. (askanews) - Il presidente Usa Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo con il quale vieta a investitori americani di mettere capitali Usa in aziende cinesi che possano mettere in pericolo la sicurezza nazionale, espandendo così le sanzioni imposte dal suo predecessore, Donald Trump.

Il provvedimento proibisce agli americani di possedere o commerciare ogni titolo legato a 59 marchi cinesi che possano essere riconducibili all'apparato di sorveglianza di Pechino in termini operativi o tecnologici.

Il precedente ordine esecutivo di Trump del novembre scorso si applicava a 31 compagnie cinesi legate alla struttura militare e che potessero creare una minaccia "diretta" alla sicurezza americana.

L'ordine esecutivo di Biden entrerà in vigore a partire dal 2 agosto. Tra le compagnie in cui è vietato investire ci sono il gigante degli smartphone Huawei, la produttrice di telecamere di sorveglianza Hikvision e il grande produttore di chip SMIC, ma anche gli operatori telefonici China Mobile, China Telecommunications e China Unicom.

La Casa bianca ha chiarito che la decisione è stata assunta per rispondere alla minaccia "inusuale e straordinaria" rappresentata dalle tecnologie di sorveglianza cinesi.

La Cina ha reagito in una conferenza stampa oggi, attraverso un portavoce del ministero degli Esteri che ha espresso "ferma opposizione" alla decisione Usa la quale colpisce non solo "gli interessi legittimi e i diritti delle compagni cinesi, ma anche quelli degli investitori globali e degli investitori statunitensi".