Cina: Chen lascia ambasciata Usa, Pechino pretende scuse da Washington

(ASCA-AFP) - Pechino, 2 mag - L'avvocato cinese Chen

Guangcheng, attivista difensore dei diritti umani fuggito

dagli arresti domiciliari nei giorni scorsi ai quali era

stato confinato dopo quattro anni passati in prigione, ha

lasciato oggi l'ambasciata degli Stati Uniti a Pechino nella

quale si era rifugiato in seguito all'evasione. Lo hanno

riferito fonti Usa e l'agenzia di stampa ufficiale Xinhua,

precisando che Chen e' uscito dalla rappresentanza

diplomatica ''di sua volonta''' per ricongiungersi alla

famiglia. A quanto si apprende Pechino avrebbe inoltre

sollecitato Washington a scusarsi per aver prestato rifugio

al dissidente.

Il caso sara' molto probabilmente al centro dei colloqui

che si terranno oggi tra il Segretario di Stato americano

Hillary Clinton e le autorita' cinesi nel quadro dell'annuale

incontro del Dialogo Strategico ed Economico tra i due

Paesi.

Ricerca

Le notizie del giorno