Cina, Evergrande abbandona il suo quartier generale di Shenzhen

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 gen. (askanews) - La compagnia di sviluppo immobiliare cinese Evergrande, a rischio di default, ha iniziato ad abbandonare il suo quartier generale di Shenzhen. Lo scrive oggi il Nikkei Asia.

Secondo i media locali, Evergrande ha spostato il suo staff in un altro quartier generale a Shenzhen o a Guangzhou, che la capitale provinciale. Gli operai hanno già parzialmente rimosso le grandi lettere che compongono il nome Evergrande dalle facciate dell'edificio.

La decisione di abbandonare lo storico quartier generale è stata presa nell'ambito del tentativo della compagnia di reperire fondi per abbassare la sua gigantesca esposizione debitoria.

Proprio oggi si è tenuto un incontro tra Hengda Real Ewstate - una controllata di Evergrande - e i creditori che detengono qualcosa come 4,5 miliardi di yuan (620 milioni di euro) di bond, i quali hanno votato sulla proposta di rimandare il pagamento degli interessi, che era previsto per oggi, all'8 luglio. L'esito del voto non è ancora chiaro.

Evergrande si trova ad affrontare un'esposizione debitoria per qualcosa come 264 miliardi di euro, 17 miliardi dei quali sono bond offshore. La sua crisi rischia di creare grossi grattacapi al settore finanziario cinese, in un momento in cui l'intero comparto immobiliare cinese si trova nel mezzo di una crisi di liquidità important.e

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli