Cina, gogna virtuale per gente che va in giro in pigiama

Mos

Roma, 21 gen. (askanews) - La punizione è antica - la pubblica gogna - ma lo strumento è nuovo: le telecamere con le quali in Cina si sta realizzando un sistema di sorveglianza che solleva più di una perplessità nei sostenitori dei diritti umani. Ma vittime della punizione non sono truffatori, criminali, ladri, bensì persone che osano andare in giro in pigiama. La storia è stata raccontata dalla BBC e pone l'accento sui pericoli del sempre più diffuso utilizzo di sistemi di riconoscimento visivo nelle città cinesi.

E' la città di Suzhou, nello Anhui, ad aver messo a punto il sistema. Le fotografie di sette persone - con i loro numeri di ID, il nome, il cognome e altri dati personali - sono state diffuse dal governo locale, che li accusa di "comportamento incivile".