Cina invia navi per unirsi a manovre russe nel mar del Giappone

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 set. (askanews) - La Cina ha inviato una sua flottiglia nel Mar del Giappone per unirsi alle esercitazioni navali lì condotte dalla Russia. Lo ha reso noto la televisione pubblica di Pechino CCTV.

La flottiglia è guidata dal principale cacciatorpediniere della marina cinese, il Nanchang. Inoltre ne fanno parte anche la fregata Yancheng e la nave di rifornimento Dongpinghu.

Le esercitazioni di fuoco vivo hanno avuto luogo sabato, alla vigilia del 77mo anniversario della resa del Giappone nella seconda guerra mondiale, secondo quanto ha riferito la CCTB

La notizia viene in un momento di particolare tensione tra Tokyo e Pechino, anche all'ombra del pesante confronto in corso tra Cina e Stati uniti. In particolare a deteriorare la situazione è stata anche la visita del mese scorso della speaker della Camera dei rappresentanti Usa Nancy Pelosi a Taiwan.

Pechino, dal canto suo, ha risposto con test missilistici senza precedenti e cinque di questi ordigni sono anche caduti nella zona economica esclusiva giapponese, per quanto la Cina lo neghi perché tra i due paesi non ci sono limiti delle reciproche zone concordati.

Le esercitazioni navali sono parte delle manovre Vostok 2022 organizzate dalla Russia. L'Esercito di liberazione popolare cinese vi ha inviato già 2mila uomini tra esercito, marina e aeronautica, sotto il Comando di teatro settentrionale.

Oltre alle tre navi, fanno parte del dispiegamento oltre 300 mezzi militari, 21 aerei ad ala fissa, elicotteri e altri dispositivo.