Cina multa Sony per evento annunciato in giorno memoria

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 ott. (askanews) - La Cina ha multato la controllata nella Repubblica popolare del gruppo giapponese Sony perché aveva messo in programma un evento di lancio di un prodotto il 7 luglio, cioè nell'anniversario dell'incidente del 1937 che innescò la guerra tra Giappone e Cina che poi sfociò nella seconda guerra mondiale.

Il 7 luglio 1937 presso il Ponte Marco Polo, vicino a Pechino, i soldati giapponesi in addestramento si scontrarono con le forze repubblicane cinesi. La storiografia cinese - in una ricostruzione non condivisa da quella nipponica - sostiene che l'incidente fu provocato dall'Armata (giapponese) del Kwantung per giustificare l'invasione della Cina.

In base alle norme sulla pubblicità cinesi, le iniziative pubblicitarie non devono urtare la dignità e gli interessi dello stato.

Quando fu annunciata l'iniziativa della Sony, ci furono immediatamente critiche e proteste. Così il gruppo giapponese decise di cancellare l'evento e presentò le sue scuse. Questo tuttavia non ha impedito alle autorità di multare il gruppo nipponico per 1 milione di yuan (134mila euro).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli