Cina, nel 2021 hanno chiuso 25 grandi società di corsi online

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 gen. (askanews) - Almeno 25 grandi compagnie che fornivano online servizi educativi per il tutoring di giovani allievi cinesi hano chiuso i loro siti nel 2021, dopo che il governo cinese ha vietato il tutoring privato che non sia no-profit. Lo scrive oggi il South China Morning Post citando uno studio della società di ricerca 100EC.

Circa la metà delle società che hanno chiuso i battenti avevano come base a Pechino. Alcune di loro hanno dichiarato bancarotta e i loro fondatori si sono volatilizzati.

Tra i grandi nomi che hanno chiuso le attività anche la Juren Education, che operava da oltre un quarto di secolo, e la Wall Street English, che forniva agli studenti cinesi corsi d'inglese e che aveva 180mila studenti attivi.

Due di queste società - la ABC 360 e la Landi English - appartenevano alla Hangzhou Danyue, il cui fondatore è stato arrestato ad agosto dalla polizia a Zhejiiang, una provincia della Cina orientale.

La decisione del governo di Pechino di vietare le attività di tutoring a scopo di lucro ha portato l'anno scorso a fallimenti e licenziamenti tra insegnanti e dipendenti delle società che fornivano questi servizi particolarmente apprezzati dai genitori, disposte a pagare anche cifre importanti per rafforzare curricula e competenze dei figli.

Gli operatori rimasti stanno cercando di riciclarsi in attività non curriculari come le classi di scacchi o di musica, oltre che sperimentare la possibilità di riciclarsi nel settore del commercio in live-streaming, che però è anche questo nel mirino delle autorità cinesi.

Il governo cinese ha agito contro queste imprese perché ha interpretato gli sforzi dei genitori per differenziare i propri figli in base alle competenze come una spinta verso la disuguaglianza e verso la disarticolazione del sistema di educazione statale che punta a creare una società egualitaria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli