Cina ottimista su trattative con Usa, entrambi cercano "punto d'incontro"

·1 minuto per la lettura
Bandiera cinese a Pechino

PECHINO (Reuters) - La Cina ha salutato con favore oggi la ripresa di un "normale dialogo" con gli Usa sul fronte commerciale e economico, apparentemente entusiasta all'idea di lasciarsi alle spalle la guerra degli ultimi anni e ha detto che entrambe le parti vogliono risolvere le questioni in maniera pragmatica.

Il vicepremier cinese Liu He, che ha condotto le trattative con gli Stati Uniti, ha avuto due videochiamate in sette giorni con la rappresentante Usa per il Commercio Katherine Tai e il segretario del Tesoro Janet Yellen, segnando il primo dialogo formale tra le due parti sui temi di economia e del commercio nel corso dell'amministrazione Biden.

Entrambe le chiamate sono durate circa 50 minuti, ha detto il portavoce del ministero del commercio Gao Feng durante una conferenza stampa, aggiungendo che le conversazioni hanno avuto un avvio agevole e che tra i temi trattati ci sono stati il commercio sino-americano, la situazione macroeconomica e alcune questioni di politica interna.

Le discussioni puntavano a risolvere varie questioni sorte dopo un periodo di rapporti tesi tra le due maggiori economie globali, tra cui una guerra commerciale lunga quasi due anni.

"La Cina e gli Stati Uniti hanno riavviato le normali discussioni in materia di economia e commercio", ha detto Gao ai giornalisti. "Entrambi vogliono cercare un punto d'incontro e accantonare le divergenze"

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli