Cina perde contratto da 10 mld Usd nelle Filippine

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 gen. (askanews) - La China Communications Constructions Company (CCCC), gigante statale cinese delle infrastrutture stradali e aeroportuali, ha perso nelle Filippine un contratto da 10 miliardi di dollari per la costruzione di un grande aeroporto per Manila. Lo ha comunicato il partner locale della CCCC, MacroAsia, alla Borsa delle Filippine.

L'aeroporto Sangley Point è un progetto che ha lo scopo di alleviare l'intenso traffico dell'aeroporto Ninoy Aquino di Manila. Lo scorso anno il presidente Rodrigo Duterte aveva sostenuto con forza la candidatura della società statale cinese, dopo che dal 2016 ha svoltato dagli Stati uniti a Pechino come partner strategico

Ma il governatore della provincia competente di Cavite, Jonvic Remulla, ha spiegato che la CCCC non ha rispettato i termini per contrattuali per la costituzione della joint venture. "Abbiamo dato loro due estensioni, ma non sono riusciti a rispettare tre parametri, molti dei quali documentali", ha precisato Remulla a Nikkei Asia.

Una nuova gara d'appalto verrà bandita a febbraio per il progetto e la CCCC con MacroAsia potranno partecipare.

La CCCC è nella blacklist statunitense perché considerata coinvolta nella costruzione di strutture artificiali nel Mar cinese meridionale, che è conteso tra la Cina e diversi paesi dell'Asia sudorientale, tra i quali proprio le Filippine.