Cina, Pil primo trimestre 2022 +4,8 per cento

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 apr. (askanews) - Il prodotto interno della Cina nel primo trimestre del 2022 ha registrato un incremento del 4,8 per cento su base annua, ma il lockdown di Shanghai e diverse altro elementi d'incertezza rischiano di provocare un contraccolpo negativo nei mesi a venire. I dati sono stati pubblicati oggi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechinio.

Su base trimestrale, il Pil cinese è aumentato dell'1,3 per cento, con un rallentamento della crescita rispetto al periodo precedente a causa della nuova ondata Covid, della guerra in Ucraina e della fragilità del mercato imobiliare.

Le vendite al dettaglio il mese scorso sono calate del 3,5 per cento, anche a causa dei lockdown intervenuti in città come Tianjin e soprattutto Shanghai. L'attività industriale si è allargata a marzo del 5 per cento su base annua, ma è stata in rallentamento rispetto ai primi due mesi dell'anno.

Il tasso di disoccupazione a marzo è salito al 5,8 per cento, il più alto da maggio 2020, mentre a febbraio era al 5,5 per cento.

Sempre nel mese di marzo, le esportazioni e le importazioni sono risultate a marzo in termini di dollari rispettivamente del 15,8 e del 9,6 per cento più alte, ma una brusca frenata è attesa ad aprile a causa dei lockdown.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli