Cina, possibile ripristino relazioni bilaterali dopo rilascio Cfo Huawei - Global Times

·2 minuto per la lettura
Meng Wanzhou, Chief Financial Officer di Huawei Technologies

SHANGHAI (Reuters) - Il rilascio del Chief Financial Officer di Huawei, Meng Wanzhou, è un'opportunità per la ripresa delle relazioni bilaterali con gli Stati Uniti e il Canada, ma la "retorica politica tossica" potrebbe ancora "avvelenare" l'atmosfera, secondo i media statali cinesi.

Il quotidiano Global Times, sostenuto dal Partito Comunista al potere, ha definito il ritorno di Meng in Cina come un segno di allentamento delle tensioni economiche e commerciali bilaterali, ma ha accusato "le forze anti-Cina" di aver creato scompiglio sulla vicenda, citando come esempio le critiche del senatore americano Marco Rubio sul rilascio.

"Se le relazioni Cina-Usa e Cina-Canada potranno ora trarre vantaggio da quella che è una chiara opportunità per il loro ripristino, dipende dalla misura in cui Washington e Ottawa saranno disposte a imparare le lezione dopo la loro mossa avventata", ha detto il giornale statale China Daily in un editoriale separato.

Meng è arrivata in Cina sabato, ponendo fine alla sua battaglia di quasi tre anni per l'estradizione negli Stati Uniti, lo stesso giorno in cui due canadesi detenuti da Pechino per più di 1.000 giorni sono tornati a casa. Le è stato permesso il rimpatrio dopo aver raggiunto un accordo con i pubblici ministeri statunitensi venerdì per risolvere il caso di frode bancaria che la vede coinvolta.

I media statali cinesi hanno dato il benvenuto a Meng durante il fine settimana, ma non hanno parlato di Michael Kovrig e Michael Spavor, che sono stati rilasciati venerdì poche ore dopo Meng. L'ex diplomatico e l'uomo d'affari erano stati arrestati dalle autorità cinesi pochi giorni dopo l'arresto di Meng.

Il Global Times, in un articolo separato pubblicato ieri sera, ha riportato che Kovrig e Spavor "hanno confessato la loro colpa per i crimini commessi in Cina e sono stati rilasciati su cauzione per motivi medici per poi lasciare la Cina", citando una fonte a conoscenza della vicenda.

Il ministero degli Esteri cinese non ha commentato pubblicamente il loro rilascio.

Spavor è stato accusato di aver fornito fotografie di equipaggiamento militare a Kovrig, ed era stato condannato a 11 anni di carcere ad agosto. Mentre Kovrig era ancora in attesa di giudizio.

La Cina aveva precedentemente negato di aver adottato la "diplomazia degli ostaggi", insistendo sul fatto che l'arresto e la detenzione dei canadesi non erano legati in alcun modo al processo contro Meng.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli