Cina, prezzi delle case per la prima volta in calo dal 2015

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 ott. (askanews) - In Cina, per la prima volta dal 2015, i prezzi degli immobili mostrano una tendenza in calo. L'ha rivelato oggi l'Ufficio nazionale di statistica cinese, che in un rapporto ha rilevato come i prezzi delle case nuove sia calato in 36 delle 70 più grandi città cinesi.

Questo dato viene in un momento in cui i mercati sono in attesa di capire se il più grande degli sviluppatori immobiliari del paese, Evergrande, andrà in bancarotta a causa di una pesante crisi di liquidità e di un indebitamento da 262 miliardi di euro. E se la sua crisi avrà conseguenze rilevanti nel settore finanziario.

Complessivamente, i prezzi medi delle proprietà immobiliari sono calati a settembre dello 0,5 per cento su base mensile, secondo i dati analizzati da Goldman Sachs.

I prezzi hanno continuato a crescere a Shanghai e Shenzhen, come in altre delle megalopoli, a tirare giù i prezzi sono state le metropoli di seconda fascia. A Pechino i prezzi sono rimasti piatti.

Lunedì erano stati diffusi dati i quali segnalavano un calo delle vendite di case a settembre del 16,9 per cento in termini di valore rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Ad agosto il calo era stato del 19,7 per cento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli