Cina, scandalo banche rurali: autorità risarciranno correntisti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 lug. (askanews) - Le autorità cinesi hanno ceduto alle proteste dei correntisti truffati di una serie di banche rurali, dopo che le proteste di domenica a Zhengzhou sono state represse con la violenza e si è tentato persino di utilizzare i dati delle app di tracciamento anti-Covid per impedire ai manifestanti di recarsi nella capitale provinciale dello Henan. I correntisti con depositi fino a 50mila yuan (7.375 euro) saranno risarciti per primi, poi ci saranno altri passaggi per quelli con depositi superiori.

A stabilirlo è stata la Commissione regolatoria delle banche e assicurazioni cinesi (CBRIC), secondo quanto riferito da due comunicati dalle branche locali dell'autorità in Henan e Anhui.

Secondo quanto scrive il South China Morning Post, i conti verranno ripagati a partire da venerdì e i primi saranno i clienti di Yuzhou Xinminsheng Village Bank, Shangcai Huimin County Bank, Zhecheng Huanghuai Community Bank e New Oriental Country Bank di Kaifeng, per quanto riguarda la provincia di Henan. Invece in Anhui, si partirà dai risparmiatori della Guzhen Xinhuaihe Village Bank.

La decisione viene dopo che le immagini di uomini in borghese che attaccavano i manifestanti davanti alla sede di Zhengzhou della Banca del popolo cinese, la banca centrale, hanno fatto il giro del mondo. I conti erano congelati da aprile, nell'ambito di un'inchiesta su illegalità commesse dalle banche. Questo ha lasciato sostanzialmente i correntisti senza i loro denari, creando un grave problema che li ha portati a organizzare una rara manifestazione.

Le autorità di Zhengzhou hanno tentato in ogni modo di bloccarla. Prima della repressione "fisica", sono arrivate a utilizzare impropriamente i dati di tracciamento dell'app anti-Covid per impedire che i correntisti potessero muoversi e recarsi alla manifestazione convocata via web.

Quello delle banche rurali potrebbe essere uno dei peggiori scandali finanziari in Cina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli