Cina scrive a media stranieri: cambiate copertura su Hong Kong

Mos

Roma, 22 ago. (askanews) - A Pechino non piace come sono state coperte le proteste in corso da tre mesi a Hong Kong. Così, per provare a correggere una narrativa che vede la Cina dalla parte di chi vuole comprimere le libertà nell'ex colonia britannica, ha pensato bene di mandare lettere a decine di testate straniere. Lo racconta oggi il South China Morning Post.

Pechino sta cercando di far passare l'idea che i manifestanti vogliano il caos e che potenze straniere, a partire dagli Stati uniti, soffino sul fuoco per suscitare una rivoluzione colorata. (Segue)