Cina scrive a media stranieri: cambiate copertura su Hong Kong -2-

Mos

Roma, 22 ago. (askanews) - I dimostranti protestano contro la proposta di una legge sulle estradizioni verso Cina e Taiwan, che a loro dire consentirebbe a Pechino di mettere le mani addosso ai dissidenti. La leader dell'amministrazione di Hong Kong, Carrie Lam, ha sospeso l'iter della legge. Ma i manifestanti credono che non abbia ancora del tutto rinunciato, così le proteste continuano e dovrebbero esservene altre anche nel prossimo fine settimana.

Due giorni fa Facebook e Twitter hanno bloccato una serie di account, a loro dire direttamente collegati al governo cinese, che diffondevano fake news sui dimostranti di Hong Kong. Pechino ha reagito sostenendo che i due social network hanno "abusato della libertà di stampa". (Segue)