Cina smentisce uso di detenuti stranieri in lavori forzati -4-

Mos

Roma, 23 dic. (askanews) - "Siamo prigionieri stranieri alla prigione Qingpu di Shanghai, in Cina", diceva il messaggio che era in un biglietto con l'immagine di un gattino con il cappello di Babbo Natale. "Siamo costretti a lavorare contro la nostra volontà. Per favore, aiutateci e date notizia alle organizzazioni per i diritti umani".