In Cina spopola un'app che simula un'epidemia globale

Arcangelo Rociola

L'emergenza coronavirus ha reso particolarmente popolare in Cina un videogame che simula la diffusione di virus letali. Si chiama Plague Inc., è stato creato ormai otto anni fa, ma solo negli ultimi due mesi ha raggiunto il suo record di download, arrivando a essere l'app a pagamento più scaricata per iPhone.

Il gioco consiste nel tentare di infettare il mondo intero con un virus letale. I giocatori devono essere in grado di creare il proprio virus, modificarlo per renderlo quanto più resistente e letale possibile, diffonderlo e diffondere con esso anche notizie false per screditare gli scienziati che cercano un vaccino, o una cura.

Uno scenario particolarmente realistico, che sembra ricalcare in parte le dinamiche che accompagnano la diffusione e la paura del 2019-nCoV. "Ma si tratta pur sempre di un gioco", hanno tenuto a specificare i creatori dell'app, gli sviluppatori della Ndemic Creations, sorpesi dall'incredibile numero di download registrati nelle ultime settimane.

Tanto da sentirsi costretti a diramare una nota ufficiale: "Ricordate che Plague Inc. è un gioco e non un modello scientifico, e che l'attuale epidemia di coronavirus è un fatto reale, che sta colpendo un numero enorme di persone".

Gli sviluppatori spiegano di aver notato che il numero dei giocatori di Plague, peste in inglese, cresce all'aumentare del desiderio degli utenti di capire come si diffonde un virus tra le città, e nel mondo. Eppure le raccomandazioni non sembrano aver frenato i download dell'app, disponibile sia per iPhone che per iPad, e ancora stabilmente in cima alle classifiche.

La sua vitalità sarebbe motivata anche dal fatto che in Cina molte attività sono chiuse e le persone sono costrette a rimanere in casa per evitare il contagio, cellulare alla mano. Il suo creatore, James Vaughan, ha cercato di rendere il gioco quanto più possibile vicino alla realtà.

Nel 2013 Vaughan è stato anche invitato al Centers for Desease Control and Prevention per tenere un discorso su come videogiochi come Plague Inc. possono aiutare a sensibilizzare il pubblico sulla diffusione dei virus. Nessuno però poteva immaginare le cause che avrebbero portato al boom che l'app ha avuto con l'emergenza di queste settimana. La realtà è sempre un po' piu' complessa di una realistica riproduzione digitale.