Cina, stretta di polizia sul mahjong, il gioco più amato del Paese -2-

Bea

Roma, 24 ott. (askanews) - Il gioco d'azzardo è illegale in Cina ma in base alla legge della provincia di Jiangxi chi partecipa a "divertimenti in vincita e perdita, come il mahjong il poker, con piccole somme di denaro ... non verrà punito". Tuttavia, chi scommette più di 200 yuan (circa 25 euro) può essere punito. Il mahjong è anche un gioco molto rumoroso, perchè le tessere vengono sbattute sulla scacchiera.

Ma dopo la levata di scudi sui social media la polizia di Yushan ha emendato il suo comunicato, annunciato che le sale di mahjong autorizzate non verranno toccate e chiarito che oggetto dell'ordine di chiusura sono sole le sale in cui si scommette illegalmente. Nonostante ciò alcune sale autorizzate hanno riferito al media locali di essere rimaste chiuse. Altre città dello Jiangxi hanno vietato il mahjong negli ultimi giorni, ma hanno chiarito che le sale autorizzate restano aperte.