Cina: Usa provocano con transito nave in Stretto di Taiwan

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 lug. (askanews) - Le forze armate cinesi hanno accusato gli Stati uniti di "provocazione" dopo che il cacciatorpediniere USS Benfold ha attraversato lo Stretto di Taiwan ieri per la terza volta in una settimana.

Il Comando di teatro orientale cinese, competente per lo Stretto di Taiwan, ha accusato gli Usa di voler destabilizzare la regione e la Cina.

"Le frequenti provocazioni ed esibizioni di forza, mostrano che gli Usa sono distruttori della pace e della stabilità nello Stretto di Taiwan e creatori di rischi per la sicurezza nello Stretto stesso", ha scritto in un comunicato il comando cinese.

"La nave è transitata in un corridoio dello stretto che è fuori dalle acque territoriali di qualsiasi stato costiero", ha dichiarato in un comunicato la Settima Flotta Usa. "Il transito - ha continuato - dimostra l'impegno degli Usa per un libero e aperto Indo-Pacifico".

Si è trattato insomma di una di quelle operazione tecnicamente dfinite FoNOp (Freedom of Navigation Operation), che puntano a confermare l'applicazione della legge Freedom of Navigation Act che halo scopo di applicare la Convenzione Onu della legge del mare (Unclos), firmata anche dalla Cina.

L'accusa viene in un momento di alta tensione tra Pechino e Washington, dopo che si è saputo che la speaker della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi programma per il mese di agosto una visita nell'isola che la Cina rivendica come parte integrante del suo territorio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli