Cina, Xi: Possibile grande passo con Filippine su energia off-shore

Pie

Roma, 30 ago. (askanews) - Grandi manovre nell'energia nel sud est asiatico. Il presidente cinese Xi Jinping ha detto che la Cina e le Filippine potrebbero fare un "passo più grande" nello sviluppo congiunto delle risorse di petrolio e gas nel Mar Cinese Meridionale se riescono a gestire "correttamente" la loro disputa sulla sovranità marittima.

Xi, secondo quanto riferisce la Reuters, ha incontrato a Pechino il presidente filippino Rodrigo Duterte, che ha riaffermato la sua amicizia con la Cina ma deve affrontare le crescenti pressioni in patria contro le mire marittime del Dragone nella regione. La visita arriva nel mezzo di tensioni crescenti nell'area con le navi di Pechino che 'minacciano' le acque e i giacimenti energetici marittimi di Malesia, Vietnam e Filippine. Una situazione che ha spinto gli Stati Uniti ad accusare la Cina di "interferenza coercitiva" e di tenere in ostaggio 2,5 trilioni di dollari di petrolio e gas nella regione.

Il portavoce di Duterte ha detto all'inizio di questo mese che si sarebbe incontrato con Xi per discutere una sentenza arbitrale del 2016 che ha invalidato la pretesa della Cina di sovranità sulla maggior parte del Mar Cinese Meridionale. Un rapporto sulla riunione di giovedì dall'agenzia di stampa statale cinese Xinhua non ha fatto menzione della sentenza, che la Cina ha contestato a gran voce.

Secondo Xinhua, Xi ha esortato le due parti a "mettere da parte le controversie, eliminare le interferenze esterne, e concentrarsi sulla conduzione della cooperazione, facendo sforzi pragmatici e cercando lo sviluppo. Finché le due parti gestiscono correttamente la questione del Mar Cinese Meridionale - ha detto il leader - i legami bilaterali saranno solidi, le fondamenta del rapporto saranno stabili e la pace nella regione sarà garantita. Le due parti potrebbero fare un 'passo più grande' nello sviluppo congiunto di petrolio e gas offshore.

Duterte "ha espresso il suo punto di vista che il percorso per risolvere pacificamente le controversie del Mar Cinese Meridionale passa attraverso la cooperazione, piuttosto che lo scontro". Giovedì scorso, la Cina e le Filippine hanno annunciato l'istituzione di un "comitato direttivo congiunto intergovernativo e di un gruppo di lavoro tra le imprese interessate" sulla cooperazione nel settore del petrolio e del gas, ha riferito Xinhua.

Le ambizioni della Cina nel Mar Cinese Meridionale, attraverso il quale passano ogni anno circa 5 trilioni di dollari di merci, sono contestate da Brunei, Malesia, Filippine, Taiwan e Vietnam.