**Cinema: è morto Richard Donner, regista di 'Superman' e di 'Arma letale'**

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Los Angeles, 6 lug. – (Adnkronos) – Il regista e produttore televisivo statunitense Richard Donner, entrato nella storia del cinema per aver diretto il primo "Superman" con Christopher Reeve, "I Goonies" e i quattro film della saga di "Arma letale" con Mel Gibson, è morto lunedì 5 luglio all'età di 91 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dalla moglie, la produttrice Lauren Schuler Donner e dal suo manager.

Nato a New York il 24 aprile 1930, Donner iniziò la carriera come attore, recitando piccole parti. Intorno ai 30 anni esordì alla regia dirigendo spot pubblicitari. Il suo primo film per il grande schermo fu "Il leggendario X-15" (1961), con la partecipazione di Charles Bronson, un dramma militare a basso costo che però non ottenne un gran successo, e per questo Donner decise di lavorare in televisione, dirigendo in seguito numerosi episodi di celebri serie come "Ai confini della realtà", "Il fuggitivo", "Kojak" e "Cannon".

Risale al 1976 il 'secondo' debutto di Donne al cinema, anno in cui gira il film horror "Il presagio" con Gregory Peck. Ma è solo nel 1978 che il regista ottiene la consacrazione a lungo perseguita e il primo grande successo commerciale: dirige Marlon Brando, Gene Hackman e Christopher Reeve in "Superman". Ispirato alla storia del celebre fumetto di Jerry Siegel e Joe Shuster, il film vede il giovane "Superman" arrivare sulla Terra e procurarsi un lavoro. Nel 1980 firma "I ragazzi del Max's bar" e nello stesso anno (benché non accreditato) è uno dei realizzatori di "Superman II". Dopo "Giocattolo a ore" (1982), nel 1985 dirige "I Goonies", in collaborazione con Steven Spielberg e Chris Columbus, e "Ladyhawke". Nel 1987 aiuta l'esordiente regista Joel Schumacher a crearsi un nome a Hollywood, producendo il cult "Ragazzi perduti", che unisce le tematiche di film horror alle predilette situazioni alla "Goonies".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli