**Cinema: è morto Sandro Dori, fu il dottor Zucconi perfido collega di Sordi**

·1 minuto per la lettura
**Cinema: è morto Sandro Dori, fu il dottor Zucconi perfido collega di Sordi**
**Cinema: è morto Sandro Dori, fu il dottor Zucconi perfido collega di Sordi**

Roma, 16 feb. – (Adnkronos) – L'attore Sandro Dori, interprete di ruoli secondari in un centinaio di film, che ottenne la popolarità con due pellicole con Alberto Sordi, è morto all'età di 82 anni. Il funerale si è svolto oggi nella parrocchia di San Giuseppe di Santa Marinella (Roma).

Nato ad Ostiglia (Mantova) il 21 dicembre 1938, Dori iniziò la carriera cinematografica nella prima metà degli anni '60 alternando l'attività di attore cinematografico all'attività teatrale e al doppiaggio. Si fece notare al grande pubblico nel ruolo del dottor Zucconi in "Il medico della mutua" (1968) di Luigi Zampa, in cui interpreta uno dei perfidi colleghi di Guido Tersilli (Sordi); ruolo ripreso nel sequel "Il prof. dott. Guido Tersilli primario della clinica Villa Celeste convenzionata con le mutue" (1969) di Luciano Salce.

Nel corso della sua carriera Dori ha avuto modo di lavorare con numerosi registi, tra cui Dario Argento, Mario Monicelli, Steno, Carlo Vanzina, Pupi Avati, Roberto Rossellini, Vittorio De Sica. Tra i tanti film interpretati "Gli infermieri della mutua" (1969) di Giuseppe Orlandini, "La virtù sdraiata" (1969) di Sidney Lumet (1969), "Fellini Satyricon" (1969) di Federico Fellini (1969), "Il trapianto" (1970) di Steno, "Brancaleone alle crociate" (1970) di Monicelli, "Lo chiameremo Andrea" (1972) di De Sica, "Il deserto dei Tartari" (1976) di Valerio Zurlini, "Sotto il sole della Toscana" (2003) di Audrey Wells, "La seconda notte di nozze" (2005) e "Il papà di Giovanna" (2008) e "Un ragazzo d'oro" (2014), questi ultimi tre di Pupi Avati. Dori ja recitato anche in numerosi sceneggiati della Rai in bianco e nero.