Cinema, addio a Raffaele Pisu

Cinema, addio a Raffaele Pisu (Photo by Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images)

L’attore Raffaele Pisu è morto nella notte all'hospice di Castel San Piertro, nel Bolognese. Nato a Bologna il 24 maggio del 1925, Pisu aveva 94 anni ed è stato uno dei più popolari comici e conduttori radiofonici e televisivi nell'Italia del Dopoguerra, partecipando a trasmissioni di grande successo nazionale degli Anni Sessanta come "L'amico del giaguaro", "Ma che domenica amici" e "Senza rete".

LEGGI ANCHE: Fedez ha problemi di salute, ecco di cosa si tratta

Attore poliedrico, riusciva a passare dalla recitazione di ruoli drammatici ad animare Provolino, il celebre pupazzo televisivo per i bambini degli Anni Settanta.

Pisu ebbe un nuovo picco di successo nel 1989, quando si fece conoscere dalle nuove generazioni di telespettatori conducendo "Striscia la notizia" su Canale 5 insieme a Ezio Greggio.

Per quanto riguarda il cinema, ha preso parte a 37 film, tra cui "Le conseguenze dell'amore" del futuro Premio Oscar Paolo Sorrentino nel 2004. La sua ultima apparizione da protagonista è stata nella commedia noir "Nobili bugie" del 2018 accanto a Claudia Cardinale e Giancarlo Giannini.

La città di Bologna lo ha celebrato nei mesi scorsi con l'onoreficenza della Turrita d'oro e una retrospettiva alla Cineteca.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Il commissario Montalbano saluta Camilleri