Cinema: addio a Giuseppe Pinori, storico direttore della fotografia

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 apr. – (Adnkronos) – Giuseppe Pinori, storico direttore della fotografia per numerosi film, è morto a Roma sabato 3 aprile all'età di 92 anni. Era nato a Tagliacozzo (L'Aquila) il 15 settembre 1928. Della sua filmografia fanno parte titoli significativi del nuovo cinema d'autore come "Ecce bombo" (1978) di Nanni Moretti, "Maledetti vi amerò" (1980) e "La caduta degli angeli ribelli" (1981) di Marco Tullio Giordana. Pinori ha collaborato con registi come Pier Paolo Pasolini, Lucio Fulci e Romano Scavolini ed ha insegnato Fotografia per il cinema presso l'Accademia del Cinema di Cinecittà (Act Multimedia), insieme a Franco Di Giacomo.

Artdigiland nel 2019 ha pubblicato un volume monografico sul suo lavoro: "Giuseppe Pinori. La luce come compagna. Viaggi, incontri e miracoli di un autore della cinematografia", curato da Carolina Mascolo e Caterina Sabato, e realizzato in collaborazione con Luce Cinecittà.

Dopo l'apprendistato con Fernando Cerchio, Pinori partecipa all'avventurosa stagione di documentari realizzati al fianco di Piero Nelli, Ansano Giannarelli e Marina Piperno, ai film-inchiesta di Cesare Zavattini e Enzo Biagi, per esordire nel lungometraggio di finzione con i fratelli Taviani per "Sotto il segno dello scorpione", nel 1969, loro primo film a colori. In seguito c'è il sodalizio con Valentino Orsini, le esperienze nel cinema di genere, con (tra gli altri) Duccio Tessari e Lucio Fulci, la presenza costante nel cinema d’autore, al fianco di Maurizio Costanzo, Luigi Mangini, Samy Pavel, Nanni Moretti, Marco Tullio Giordana, Giuliano Montaldo, Roberto Faenza.