Cinema: addio a Lino Capolicchio, David di Donatello per 'Il Giardino dei Finzi Contini'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 mag. (Adnkronos) – Addio all'attore, sceneggiatore e regista Lino Capolicchio, morto stanotte a Roma all'età di 78 anni. Capolicchio era nato a Merano, cresciuto a Torino ma si era formato nella Capitale dove ha frequentato l'Accademia nazione d'Arte drammatica 'Silvio d'Amico'. Il ruolo che lo ha reso celebre è stato quello di Giorgio ne 'Il Giardino dei Finzi Contini', film tratto dall'omonimo libro di Giorgio Bassani. Fu scelto per questo ruolo nel 1970 da Vittorio De Sica. Il film vinse nel 1971 l'Orso d'Oro al Festival di Berlino e nel 1972 il premio Oscar al miglior film straniero. Capolicchio vinse il David di Donatello per la migliore interpretazione maschile.

Capolicchio ha interpretato molti altri film tra cui 'Metti, una sera a cena' di Giuseppe Patroni Griffi, 'Il giovane normale' di Dino Risi. Ha lavorato anche con il regista Pupi Avati per il quale è stato è stato protagonista del film 'La casa delle finestre che ridono' nel 1976. E' stato diretto ancora da Pupi Avati nella pellicola del 2010 'Una sconfinata giovinezza, regia di Pupi Avati'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli