**Cinema: addio a Marie Versini, star della saga western di Winnetou**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Parigi, 23 nov. – (Adnkronos) – L'attrice francese Marie Versini, diventata famosa negli anni '60 per film western diventati di culto, è morta all'età all'età di 82 anni a Guingamp, in Bretagna. La sua carriera iniziò all'età di 17 anni dopo la sua formazione presso il Conservatorio nazionale di arte drammatica come il membro più giovane della Comédie-Française.

Dopo diversi film, nel 1960 girò il suo primo western, "L'invincibile della prateria", e poi divenne famosa per "La valle dei lunghi coltelli" (1963) di Harald Reinl, ispirato ad un romanzo dello scrittore tedesco Karl May. Versini ha recitato in altri quattro film ispirati dalla saga di Old Shatterand e Winnetou, compresi "Una carabina per Schut", "Guntar il temerario" e "Tempesta alla frontiera". Interpretava Nscho Tschi, la piccola sorella dell'indiano Winnetou (Pierre Brice).

In Francia era conosciuta in particolare per il ruolo di Claire Morandat in "Parigi brucia?" (1966), memorabile film del regista René Clément. Per la tv francese ha recitato anche nel telefilm "Arsenio Lupin". Ha lavorato spesso in Germania fino agli anni '80 in produzioni televisive. Nel 1974 aveva sposato lo scrittore e regista Pierre Viallet, scomparso nel 2013, recitando nei suoi film più volte.

(di Paolo Martini)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli