Cinema: addio a May Wynn, la starlet di 'L'ammutinamento del Caine'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Los Angeles, 30 apr. – (Adnkronos) – May Wynn, la starlet degli anni '50 che recitò nell'acclamato film "L'ammutinamento del Caine" accanto ad Humphrey Bogart, dove adottò il nome del suo personaggio per il suo nome d'arte, è morta all'età di 93 anni a Newport Beach, in California. L'annuncio della scomparsa, che risale al 22 marzo scorso, è stato pubblicato oggi da "The Hollywood Reporter".

Nata l'8 gennaio 1923 a New York con il vero nome di Donna Agnes Lee Hockey, è stata una caratterista statunitense di breve carriera cinematografica, condensata in meno di 6 anni, con soli 14 film, oltre svariate apparizioni in televisione. Mora, magra, avvincente, sguardo affilato, glamour girl per eccellenza, vinse giovanissima numerosi concorsi di bellezza. Nel 1952 debuttò in "Primo peccato" e nello stesso anno fu interprete di altri due film, "La giostra umana" e "L'eterna Eva".

Nel 1954 il produttore-regista Stanley Kramer giudicò il suo nome improponibile e glielo cambiò: divenne così May Wynn, dal personaggio interpretato nel suo film più famoso, "L'ammutinamento del Caine". Nello stesso periodo approdò in tv, recitando in varie serie, tra cui "Perry Mason". Sul grande schermo apparve nel thriller "Furia omicida" e in due western, "Uomini violenti" e "La figlia del capo indiano". Nel 1958 interpretò il suo ultimo film, "La banda del drago verde", girato in Cina al fianco del suo primo marito, Jack Kelly. Dopo due anni di tv nel 1960 il ritiro dalle scene.