Cinema America, "nuova aggressione verbale a Carocci"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Nuova aggressione, stavolta solo verbale, al leader del Cinema America questa mattina. "A seguito della notizia emersa sui giornali, Valerio Carocci questa mattina ha ricevuto nuovamente aggressioni verbali a pochi metri dalla sede dell’associazione in Piazza San Cosimato" si legge in una nota dell’associazione.

Non il solito ragazzo antagonista di sinistra, ma una "persona nuova - spiegano i ragazzi del Cinema America - vicina all’aggressore della giornata di sabato, soggetto che nei mesi precedenti aveva più volte esplicitato minacce di morte. Non possiamo che esprimere enorme preoccupazione per la tensione, nonché le violenze verbali e fisiche che Valerio sta subendo".

Motivo dell’aggressione, come già era stato per quella di sabato, la convinzione di una collaborazione di Carocci con le forze dell’ordine, soprattutto dopo la denuncia presentata lo scorso anno per il pestaggio subito quella volta da ragazzi legati a movimenti opposti, di estrema destra. "Valerio - confermano dall’associazione - è stato aggredito verbalmente in quanto definito ‘infame che collabora con le guardie’".