Cinema, ciak a Montecitorio, Anna Foglietta è Nilde Iotti

Luc

Roma, 3 ago. (askanews) - All'indomani della chiusura per ferie dell'aula della Camera, Montecitorio si trasforma in set cinematografico: per tutta la giornata di oggi e poi ancora il prossimo fine settimana si gireranno alla Camera le scene del docufilm "Storia di Nilde" su Nilde Iotti. A interpretare la prima presidente della Camera donna, l'attrice romana Anna Foglietta.

Capelli grigi raccolti sulla nuca, dopo il trucco, pronta per il primo ciack, la somiglianza della Foglietta con Nilde Iotti è impressionante. Ne resta colpito anche Giorgio Frasca Polara, decano dei giornalisti parlamentari e portavoce di Iotti presidente della Camera, oggi sul set a dispensare qualche consiglio alla protagonista: "Quando l'ho vista sono rimasto per un attimo senza fiato. Gli stessi capelli, lo stesso vestito, forse Anna è un po' più alta e più magra ma le somiglia moltissimo", sussurra visibilmente emozionato.

Sui divanetti del Transatlantico in una pausa del set si rilassano le comparse che interpretano i commessi della Camera, ovviamente con le divise dell'epoca, e la stessa Foglietta ne approfitta per un momento di relax mentre l'aula viene allestita per la prossima scena. Ogni particolare dell'emiciclo che richiama ai nostri giorni deve essere coperto. I corridoi laterali del Transatlantico sono stati riservati al cambio di abito delle comparse mentre alla protagonista è stato riservato uno spazio specifico.

Diretta da Emanuele Imbucci e prodotta da Rai Fiction e Gloria Giorgianni per Anele, con il soggetto di Marco Dell'Omo, giornalista parlamentare ex Ansa, e la sceneggiatura di Salvatore De Mola, già sceneggiatore del commissario Montalbano, "Storia di Nilde" racconterà tutti i passaggi della vita di Nilde Iotti: i primi passi in politica, l'adesione alla Resistenza, la partecipazione all'Assemblea Costituente, la vita da parlamentare del Pci e gli anni (ben tre legislature dal 1979 al 1992) da presidente della Camera. Tra fiction, materiali di repertorio e interviste illustri tra cui quella all'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il docufilm racconterà anche la storia d'amore con lo storico segretario del Partito Comunista Palmiro Togliatti e l'attentato di cui Togliatti fu vittima proprio davanti alla Camera. La scena doveva essere girata nei giorni scorsi, poi per via di uno sciopero, viene spiegato, non è stato possibile farla ed è stata rimandata.