Cinema e covid, riparte il valzer dei rinvii per le uscite in sala

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos/Cinematografo.it) - Cinema e covid, riparte il valzer dei rinvii per le uscite in sala. Il trionfo di 'Spider-Man: No Way Home' al box office (20.775.204 euro incassati dal 15 dicembre a ieri, 4 gennaio) aveva dato l'illusione che la tanto agognata “ripartenza” delle sale cinematografiche avesse finalmente ingranato la marcia giusta. Ora però, con l’incremento eccessivo dei contagi, le nuove misure adottate (obbligo di mascherine ffp2, divieto di food & beverage nelle sale) oltre, naturalmente, al comprensibile bad feeling che potrebbe bloccare gran parte del pubblico, sembra ricominciare balletto delle uscite rimandate che ha caratterizzato l’esercizio nei mesi peggiori del 2020 e del 2021.

Tra i titoli più attesi del prossimo periodo, ad esempio, 'Spencer', il film su Lady Diana di Pablo Larraín (01 distribution) – inizialmente previsto in sala dal 20 gennaio – è stato rimandato a data da destinarsi. Stessa cosa vale per 'Anna Frank' di Ari Folman (Lucky Red), anche questo con release fissata al 20 gennaio, ora in attesa di nuova data. E ovviamente 'Morbius', nuovo cinecomic del Sony’s Spider-Man Universe, che subisce l’ennesimo spostamento: inizialmente previsto nelle sale nell’estate del 2020, rimandato al 19 marzo 2021, poi ad ottobre, infine al 28 gennaio 2022, è stato ora riposizionato ad aprile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli