Cinema: Festival di Roma, protagonista la Dreamworks e il nuovo gioiellino 'Le 5 leggende'

Roma, 13 nov. - (Adnkronos/Cinematografo.it) - Potere alle favole: il mondo, un posto sempre piu' buio e disperato, puo' salvarsi solo grazie alla speranza incrollabile dei bambini. A far riscoprire loro l'incanto dei sogni ci pensa un gruppo di guardiani a dir poco speciale, che vede fianco a fianco Babbo Natale (Nord) con il Coniglio pasquale (Calmoniglio), Sandman, la Fatina dei denti (Dentolina) e Jack Frost. Sono loro Le 5 leggende che danno il titolo all'ultimo gioiellino Dreamworks, al cinema per Universal dal 29 novembre e in anteprima oggi 13 novembre al Festival Internazionale del Film di Roma.

"Tutti noi abbiamo l'impressione di conoscere benissimo questi personaggi a livello emotivo - racconta il regista Peter Ramsey - ma nessuno saprebbe ricostruirne le origini o la mitologia. Rappresentano sogni, speranza, meraviglia e ricordi: da qui parte il nostro film d'azione, piu' che d'animazione. Sono veri, esistono e vanno raccontati con serieta' e in maniera realistica perche' rappresentano la realta' dei bambini e permettono agli adulti di rivivere l'infanzia. Per questo le luci usate su di loro sono le stesse che avremmo scelto per attori in carne ed ossa e le loro caratteristiche sono dettagliate al punto di far pensare i grandi come quando erano piccoli".

Basta guardare i due tatuaggi di Babbo Natale sulle braccia con le scritte tribali 'buono' e 'cattivo' per capire che il film non scherza affatto: "E' un folle! - continua Ramsey - D'altronde come lo definireste uno che vola su una slitta trainata da renne e raggiunge tutto il mondo in una notte? I tattoo dimostrano che e' un duro, spericolato e imprevedibile, con un fuoco che gli brucia dentro, ma al tempo stesso un tipo amabile e generoso. E chi meglio di Alec Baldwin poteva dargli la voce nella versione originale?"

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno