**Cinema: il 30 settembre riapre a Roma il Troisi'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 mag. (Adnkronos) – Riaprirà a Roma, il 30 settembre prossimo, il Cinema Troisi. Lo annunciano con emozione, in un post su Facebook che riporta la notizia data in esclusiva a Variety America, i ragazzi del Cinema America. La riapertura dello stabile, chiuso da oltre un decennio e inserito in un edificio di epoca fascista nel centro di Roma, a Trastevere, è un evento pieno di significato simbolico.

Il proiettore, spiega l'articolo, è 4K di ultima generazione; il suono Dolby 7.1 surround; il bar bistrot servirà cibo gourmet e i 300 posti del locale hanno la stessa tonalità di marrone rossiccio delle magliette indossate dai membri del collettivo di attivisti e appassionati di cinema noti come "i ragazzi del Cinema America" ​​che lo gestiscono. Nel 2012 i ragazzi hanno occupato il Cinema America nel quartiere di Trastevere a Roma, che i costruttori volevano demolire e trasformare in un parcheggio e in un condominio. Sono stati sfrattati dalla polizia nel 2014 e successivamente hanno iniziato a gestire arene estive all'aperto in Piazza San Cosimato e altri due punti di Trastevere, proiettando gratuitamente film vintage o di seconda e terza visione – sui quali pagano un canone di locazione – sempre con un grande riscontro del pubblico.

Adesso i ragazzi di Cinema America sono cresciuti. Hanno speso 1,5 milioni di euro per restaurare e rinnovare meticolosamente il Cinema Troisi, che prende il nome dal grande Massimo Troisi, ottenendo i soldi da una combinazione di sovvenzioni e sponsor del governo nazionale e locale, e anche mettendo a garanzia di un prestito beni immobili di proprietà di familiari. Hanno ottenuto un contratto di locazione decennale per l'edificio di proprietà della città vincendo una gara pubblica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli