Cinema: la villa di 'Il Padrino' in vendita per 89 milioni di dollari

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Los Angeles, 11 apr. – (Adnkronos) – E' in vendita una delle ville più celebri di Beverly Hills, l'esclusivo quartiere delle star di Hollywood a Los Angeles, set speciale di film cult come "Il Padrino" (1972) di Francis Ford Coppola, con Marlon Brando e Al Pacino, e "Bodyguard" (1992) di Mick Jackson, con Whitney Houston e Kevin Costner. Più recentemente la cantante Beyoncé ha utilizzata la magione come sfondo per il suo film musicale "Black is King" (2020).

Due piscine, un campo da tennis, 18 camere da letto, 25 bagni, due sale da cinema, una sala biliardo nella villa 'Beverly House' di 3.000 metri quadrati e 1,4 ettari di giardino, che ora viene commercializzata per 89 milioni di dollari (75 milioni di euro). Costruito nel 1927, il palazzo in stile mediterraneo era di proprietà di William Randolph Hearst, celebre uomo d'affari e magnate dei giornali. John Fitzgerald Kennedy e sua moglie Jacqueline trascorsero qui parte della loro luna di miele nel 1953, ma la sontuosa dimora divenne famosa soprattutto per la sua apparizioni al cinema, a partire da "Il Padrino", dove appare immortalato in scene iconiche.

Non è il prima volta che viene messa in vendita. Il proprietario dal 1976, Leonard Ross, ha cercato per diversi anni di disfarsi di questa spettacolare proprietà, anche perchè nel 2010 l'uomo d'affari aveva dichiarato il fallimento. Già nel 2007 la villa era stata messa in vendita per 165 milioni di dollari (142 milioni di euro) e poi di nuovo nel 2016, per una cifra questa volta che raggiungeva i 195 milioni di dollari (167 milioni di euro). Nessun acquirente si però mostrato interessato, costringendo Leonard Ross a fare una nuova offerta nel 2018, sensibilmente inferiore (135 milioni di dollari, ovvero 116 milioni di euro). Ora la vendita è stata disposta dal tribunale fallimentare: si spiega così l'enorme differenza di prezzo tra le offerte precedenti e quella di oggi, in diminuzione del 54% rispetto al 2016.