Cinema: nuova vita per le società Cecchi Gori Usa e CG Pictures

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 set. (askanews) - Via libera al piano di riorganizzazione delle società Cecchi-Gori USA e Cecchi-Gori Picture, detentrici del patrimonio di diritti cinematografici e sceneggiature dello storico marchio Cecchi Gori. Lo ha deciso il giudice della Corte della California con un provvedimento datato 12 luglio scorso. Lo riferiscono gli avvocati Maurizio Canfora e Gianfranco Passalacqua che, con i loro team di legali, hanno curato l'intera è complessa operazione, d'intesa e stretto raccordo con gli amministratori giudiziari delle società americane. Dlc Invest, società diritto italiano, è il soggetto imprenditoriale che ha rilevato le quote delle companies.

"Si tratta di una splendida notizia per l'intero comparto cinematografico e più generale artistico culturale, che restituisce vitalità e meriti ad una delle più significative esperienze imprenditoriali creative del nostro Paese", hanno commentato i legali. "Nelle prossime settimane - aggiungono - si perfezionerà l'assetto definitivo del nuovo management e si definiranno gli obiettivi strategici delle società riorganizzate".

Oltre allo storico marchio Cecchi Gori, le società detengono i diritti di sfruttamento di opere i coniche della cinematografia italiana- da "Il sorpasso" a "Il Ciclone" al "Bisbetico domato" - e di sceneggiature e soggetti, tra cui "Crime e Punishment" di Emir Kustiritza. Negli ultimi anni le company CG hanno prodotto "Silence" e "the Irishman" di Martin Scorsese.