Cinema, Paola Quattrini premiata a Dubai Indipendent Festival

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 mar. (askanews) - Paola Quattrini è stata premiata come migliore attrice per il cortometraggio Fedora al Dubai Indipendent Festival 2021 tra 1500 film provenienti da tutto il mondo e al Festival di Los Angeles. Ennesimo traguardo vinto da Paola Quattrini che si dimostra, ancora una volta, capace di raccogliere sfide importanti. Con Fedora vince l'Italia per tutto il mondo dello spettacolo duramente provato; una vittoria dedicata a tutti i lavoratori del settore troppo spesso dimenticati.

Fedora, girata completamente in verticale (Vertical Movie), soggetto e sceneggiatura di Enrico Andrea Marrari, è stato presentato al Vertical Movie Festival 2020, che ha attribuito a Paola Quattrini il Premio Speciale della Giuria.

Fedora è la testimonianza della grande passione di Paola per la ricerca di nuove forme di spettacolo e di comunicazione all'avanguardia. Contemporanea, aperta ai giovani, alle nuove sperimentazioni e tendenze, presta la sua arte alla ricerca di nuovi talenti, di nuove forme di teatralità e spettacolo.

In Fedora - guidata magistralmente da Enrico Andrea Marrari- veste i panni dell'attrice Fedora Ducan, che dopo una vita di successi, costellata di premi e l'ennesimo Oscar, si ritrova a riflettere sull'effimero e a interrogarsi sull'essenza della vita. Nessuna gloria, infatti, può restituirle gioia o appagarla: rimane solo il dolore e la sconfitta per la perdita del bene più grande, il figlio. Paola, dapprima indossa un abito fatto di luce, a rappresentarne il successo e la luminosa carriera, (un costume di cristalli d'incredibile bellezza, dello stilista Marco Coretti che gli è valso il Premio per i migliori costumi al Vertical Movie Festival), poi, spogliatasi dell'effimero, rimane solo la donna e la madre: senza più luce, con indosso solo il dolore e una vestaglia maschile, appartenuta al figlio, cucita sulla pelle e sulla sua disperazione. Paola con un'intensa e toccante interpretazione, rende palpabile la disperazione di Fedora che arriva dritta al cuore.