Cinema in Piazza, grande successo per la 7ma edizione

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 ago. (askanews) - Si è conclusa domenica primo agosto la settima edizione de "Il Cinema in Piazza", la rassegna curata dall'Associazione Piccolo America che per due interi mesi ha animato l'estate di Roma con grandi incontri con ospiti internazionali e nazionali e imperdibili proiezioni gratuite, guidando il suo pubblico alla scoperta della Settima Arte in tre splendidi luoghi della Capitale: la storica sede di Piazza San Cosimato a Trastevere, il verde del Parco della Cervelletta a Tor Sapienza e il nuovo schermo nel parco di Monte Ciocci a Valle Aurelia, con la meravigliosa vista sulla Cupola di San Pietro.

"Siamo orgogliosissimi del risultato ottenuto quest'anno: la positiva esperienza del 2020 ci ha consentito di intervenire con maggiore sicurezza e responsabilità, restituendo alle proiezioni all'aperto quella magia che in parte la pandemia aveva provato a spegnere. A oggi, non abbiamo registrato alcun contagio di Covid-19 tra il nostro pubblico in oltre sessanta giorni, questo conferma che si può fare cultura all'aperto e in sicurezza, dotandosi di strutture e procedure adeguate", ha detto Valerio Carocci, Presidente dell'Associazione Piccolo America.

"Al termine di questa edizione, possiamo annunciare un incremento di pubblico di oltre il 30%. Se la scorsa estate 'Il Cinema in Piazza' tramite il portale di accesso alle serate prenotaunposto.it ha registrato 50.000 spettatori, quest'anno abbiamo superato i 65.000. I circa 70 giovani che hanno collaborato in varie modalità agli eventi hanno lavorato con professionalità e acquisito capacità relazionali e comunicative, rafforzato modalità operative per far fronte a imprevisti e problematiche di ogni sorta, sempre con accoglienza e disponibilità", ha spiegato Federico Croce, il Direttore Generale dell'Associazione Piccolo America organizzatrice della rassegna cinematografica "Il Cinema in Piazza".

Conclude Giulia Flor Buraschi, responsabile dell'ospitalità degli autori, registi, attori e maestranze coinvolte nella presentazione delle opere selezionate dai ragazzi del Cinema America: "Se si pensa che quasi tutti gli eventi hanno registrato il sold out, il dato conferma che Roma ha bisogno di un ulteriore sforzo al fine di garantire una maggiore offerta culturale, gratuita o a pagamento che sia, di momenti di incontro condivisi e accessibili a tutti, al fine di distendere le tensioni sociali. La maggior parte delle proiezioni ha ricevuto anche migliaia di richieste di prenotazione in più rispetto alla capienza massima delle aree dovuta alle restrizioni anti-Coronavirus, a cui purtroppo non abbiamo potuto dare un riscontro positivo per ovvie ragioni. Speriamo che altri ragazzi e ragazze diano vita a eventi culturali in città, la possibilità nel dialogo istituzionale c'è, ma bisogna dedicarsi con passione a rendere migliori i quartieri dove viviamo e che frequentiamo".

Il Cinema in Piazza anche quest'anno ha ospitato decine di titoli capaci di abbracciare le sensibilità più diverse, ha accolto con applausi scroscianti grandi ospiti internazionali come Oliver Stone, Carlos Reygadas, Ken Loach, Wim Wenders, Mathieu Kassovitz e JR, che ha presentato in anteprima europea alla Cervelletta il suo film "Paper & Glue" selezionato al Tribeca Film Festival, nonché tante personalità del cinema italiano come i Fratelli D'Innocenzo, Carlo Verdone, Ferzan Ozpetek, Enrico Vanzina, Marco Bechis e molti altri.

Non sono mancate poi le serate che hanno affrontato tematiche sociali e politiche attraverso incontri e proiezioni, grazie in particolare alla collaborazione con Confronti Magazine, diretto da Claudio Paravati: dal dibattito con Letizia Battaglia e Goffredo Fofi alla visione e discussione - con il coinvolgimento di tanti operatori e associazioni del settore - di film come "For Sama" e "Diaz", alla presenza di Daniele Vicari e vari membri di troupe e cast in occasione del ventesimo anniversario del G8 di Genova. Eventi capaci di riportare al centro del dibattito temi fondamentali come la necessità della lotta contro la mafia, la tutela delle migrazioni, del lavoro emergenziale in mare delle Ong e del necessario incremento delle possibilità create dai corridoi umanitari, nonché la salvaguardia della democrazia.

Il Cinema in Piazza si è svolto sotto l'Alto Patrocinio del Parlamento europeo e sotto il patrocinio del Ministero della Cultura, con il sostegno della Regione Lazio, Lazio Innova, dell'Ente Regionale RomaNatura e con il patrocinio di Roma Capitale e del Municipio I. Tutta l'iniziativa ha ricevuto il sostegno fondamentale del del main sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e di Iberdrola, nonché con il contributo di Poste Italiane, Camera di Commercio, Asilo Savoia, Otto per Mille della Chiesa Valdese e Fai Cisl.

Confronti è stato il media partner dell'edizione 2021, RomaToday il local media partner e RadioRock il radio partner. La rassegna è stata possibile anche grazie a Medici Senza Frontiere, Charity Partner dell'evento, e a CSC - Cineteca Nazionale, D-vision, Pulse e Prenotaunposto.it, partner tecnici.

L'iniziativa è stata organizzata in collaborazione con l'Ambasciata della Repubblica Federale di Germania e l'Istituto Giapponese di Cultura.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli