Cinema, Preziosi a Guerritore: "Io il miracolato, non categoria"

(Adnkronos) - "Una battuta infelice che rovina l'immagine della professione di attori e attrici, che alimenta un'idea superficiale e antiquata per cui gli artisti sono tutti ricchi, privilegiati e famosi". Rispondeva così Monica Guerritore vicepresidente Raai (Registro Attrici Attori Italiani), con garbo, ma decisa al collega Alessandro Preziosi dopo l'intervista rilasciata ad quotidiano nazionale ('a chi del mio mondo si lamenta e succede spesso dico: hai capito o no che per mezza giornata di lavoro ti danno lo stipendio mensile di tre persone?')

Arriva oggi la replica di Alessandro Preziosi: "Ci tengo a precisare che il miracolato di cui parlavo ero io e non certo la categoria. Una distinzione fondamentale tra una singola persona che parla di sé come un miracolato e un gruppo di persone alle quali non intendevo e non mi sarei mai permesso di riferirmi in maniera così approssimativa e generica… Io spero con questa mia rettifica di tranquillizzare gli animi. E cercare piuttosto di creare maggiore equilibrio economico e professionale della nostra categoria".

Un commento anche da parte del Registro Attrici Attori Italiani. "Siamo lieti che Preziosi abbia avuto la sensibilità di definirsi 'miracolato' - scrive in una nota - Ma è molto importante anche far comprendere, a tutti coloro che ne hanno un’idea patinata e distorta, che la maggior parte della categoria, più che miracolata, 'miracolosamente' si mantiene col proprio lavoro, non avendo per di più accesso alle tutele sociali di base di ogni altro lavoratore".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli