Cinema: Rutelli (Anica) su nomine Cinecittà, 'Franceschini non poteva fare scelta migliore'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 apr. (Adnkronos) – "In un momento di straordinari e difficili cambiamenti, l'Istituto può essere elemento di svolta per la competitività delle industrie, la creatività, la promozione del comparto cine-audiovisivo. L'investimento per il "raddoppio" e la trasformazione dello storico insediamento di Cinecittà in partnership con Cdp è occasione da cogliere in tempi rapidi, viste la domanda e la concorrenza a livello internazionale. Il ministro Franceschini non poteva fare scelta migliore di Nicola Maccanico, che unisce una solida esperienza manageriale (esercitata autorevolmente anche in seno all'Anica) e una sincera vocazione per l'interesse generale pubblico, cui non è estranea la preziosa formazione assicurata da suo padre Antonio". E' quanto afferma in una nota il presidente dell'Anica Francesco Rutelli commentando le nomine ai vertici dell’Istituto Luce Cinecittà.

Secondo Rutelli, "l'intero CdA è di alto livello: la Presidenza affidata a Chiara Sbarigia è garanzia di competenza, vista la sua lunga e apprezzata esperienza nell'Apa. Nel Consiglio, ad una personalità del livello di Goffredo Bettini si aggiunge l'ingresso di Federico Bagnoli Rossi che, con la piena fiducia delle nostre industrie, guida la Fapav, in prima linea per combattere la pirateria. Gli auguri, dunque, non sono formali, ma di sprone per un lavoro così importante da compiere".