Cinema: TrentoFilmFestival, Genziana d'oro a '¡Vivan las antipodas!'

Roma, 5 mag. (Adnkronos) - Ha un nome spagnolo ed e' una coproduzione tedesca, olandese, argentina e cilena '¡Vivan las antipodas!', pellicola vincitrice del 'Gran premio citta' di Trento Genziana d'oro' al 60° TrentoFilmFestival 2012, manifestazione che celebra il cinema di montagna, in programma nel capoluogo di regione fino a domenica e a Bolzano fino mercoledi'. Il film documentario del regista Victor Kossakovsky e' un omaggio alla Madre Terra nella sua diversita' e maestosita'.

Il riconoscimento del Club Alpino Italiano, la 'Genziana d'oro al miglior film di alpinismo o montagna' e' andato a 'Verticalmente de'mode'', una pellicola che racconta la liberta' del free climbing. Al regista Davide Carrari sono stati assegnati anche i premi 'Mario Bello'e il particolare riconoscimento 'Citta' di Imola', assegnato in precedenza al miglior film italiano presente alla Mostra del Cinema di Venezia e poi portato nel 2004 al TrentoFilmFestival. Il premio e' stato vinto, tra gli altri, da registi del calibro dei fratelli Taviani, Monicelli, Visconti e Pasolini.

La pellicola francese della regista Marianne Chaud, vincitrice del la 'Genziana d'oro al miglior film di esplorazione o avventura' e' un viaggio nel mondo dei nomadi tibetani concetrato sulla loro battaglia per difendere la vita e la propria cultura. E' invece ispirato al ricordo della regista di un suo coetaneo dodicenne conosciuto in Svizzera, il film 'L'enfant d'en haut', di Ursula Meier, la pellicola vincitrice del Premio 'Luciano Emmer' assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici italiani. Il Festival ha anche omaggiato con un documentario Walter Bonatti, alpinista scomparso otto mesi fa.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno