Cinema: ‘Tulipani di Seta Nera’, i corti selezionati per il Festival (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “Al termine del festival – ha affermato l’ad di Rai Cinema Paolo del Brocco – i corti saranno visibili per un anno e ci sarà tempo per ogni approfondimento. Parlare di sociale è facile ma mettere su un festival, valutare 60 film – ha sottolineato – è un’operazione meritoria per chi la porta avanti, per tutti coloro che ci hanno lavorato. Siamo molto felici di dare grande visibilità al cortometraggio, in particolare quello sociale. Abbiamo aderito con grande entusiasmo a questa iniziativa per sensibilizzare i temi sociali, per avvicinare i giovani al cortometraggio e per supportarne la filiera, oltre che per dare visibilità e supporto ai giovani talenti. Il vincitore della scorsa edizione ha avuto oltre 2 milioni e mezzo di visualizzazioni: un dato che ci spinge ad andare sempre avanti".

“I 60 cortometraggi selezionati sono importanti per le tematiche sociali anche difficili da trattare. Siamo alla 14esima edizione, abbiamo riscontrato un ottimo risultato di iscrizioni di opere straniere, 9, più 3 miste con quelle italiane, tutte le altre sono esclusivamente italiane. E’ stato difficile scegliere, abbiamo selezionato quei registi che in pochi minuti hanno saputo portare alla attenzione del pubblico i luoghi comuni, gli stereotipi, la violenza, i pensionati che sono esclusi dalle tecnologie”.

“Cinema e audiovisivo sono strumenti fondamentali per l’identità nazionale – ha detto Nicola Borrelli, dir. gen. Cinema e Audiovisivo MiC, che supporta il Festival – Questa iniziativa non vuole raccontare soltanto la diversità ma la diversità rientra nell’ambito della direzione del Cinema e Audiovisivo MiC. Sosteniamo 500-600 iniziative ogni anno e con ‘Tulipani di Seta Nera’ tocchiamo con mano e riscontriamo concretamente l’attività che svolgiamo e che contribuisce a realizzare progetti così importanti”.