Cinema: a un anno dall’incidente di Alex Zanardi esce docufilm ‘La grande staffetta’ (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

“Il progetto originale era un altro, doveva esserci Alessandro Zanardi a fare da filo conduttore – dice il regista Francesco Mansutti – Con l’incidente abbiamo dovuto rimettere tutto in discussione. Abbiamo chiesto ai ragazzi di collaborare diventando coregisti nella realizzazione dei contenuti. E’ un documentario sportivo ma anche d’amore, di amore in senso lato, fatto di cose semplici, per gli amici e per lo sport. I ragazzi sono riusciti a rendere un racconto in modo incredibilmente forte”.

“Ai ‘coregisti’ abbiamo indicato di sentirsi liberi – aggiunge Vinicio Stefanello, anche lui regista del documentario – di sfruttare l’esperienza del lockdown, di dire se fossero emozionati e perché: insomma, abbiamo dato indicazioni di massima. E’ stato un movimento spontaneo, anche quello di passarsi il testimone per strada. E’ stato un viaggio, proposto da loro, nelle condizioni storiche che conosciamo. Avevamo poche parole per descrivere l’incidente di Alex, ogni volta che lo rivedo, ogni volta che lo guardo, il documentario mi fa emozionare”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli