Cinese Xiaomi registra super-profitti in secondo trimestre 2021

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 ago. (askanews) - Il produttore cinese di smartphone Xiaomi ha annunciato oggi di aver avuto utili record per il secondo trimestre del 2021. Si tratta di un dato che trae vantaggio dalle quote di mercato che il rivale Huawei ha dovuto cedere a causa delle sanzioni statunitensi.

Secondo i dati forniti dal produttore, su base trimestrale, le sue entrate sono cresciute del 64 per cento tra aprile e giugno, arrivando a 87,79 miliardi di yuan (11,5 miliardi di euro). L'utile netto ha registrato un balzo in avanti dell'84 per cento arrivando a 8,26 miliardi di yuan (1,1 miliardi di euro).

Il secondo produttore di smartphone al mondo ha anche segnalato che, per la prima volta, è diventato il numero uno per vendite in Europa.

Secondo quanto scrive Nikkei Asia, tuttavia, Xiaomi - che punta a diventare in tre anni il numero uno - teme come i suoi concorrenti che l'attuale crisi nell'approvvigionamento di chip, componenti chiave per la produzione di smartphone, intacchi anche la sua produzione come sta facendo per i concorrenti Samsung e Apple. Quest'ultima ha già stimato l'impatto della crisi nel secondo semestre dell'anno in 2,5-3,5 miliardi di euro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli